Albergo Ionion
Ancient Olympia, Hotel Ionion

Antica Olimpia

Antica Olimpia

Olimpia era il santuario più glorioso dell’antica Grecia dedicato a Zeus. Fu la sede delle Olimpiadi che si svolsero durante l’Era Olimpica, la più importante celebrazione dei Greci durante la maggior parte dell’antichità. Festival corrispondenti furono i Pythia che furono organizzati in onore di Apollo a Delfi, Isthmia in onore di Poseidone nell’Istmo di Corinto e Nemea, anche in onore di Zeus nel suo santuario di Nemea.
Ad Olimpia, all’interno del magnifico tempio del dio, si trovava la statua di Zeus, opera di Fidia, che nell’antichità era nota come una delle sette meraviglie del mondo. Il punto di partenza dei Giochi olimpici si trova nel 776 a.C. ed era ogni quattro anni. Durante il periodo ellenistico furono eretti numerosi edifici, principalmente laici, come il Ginnasio e il Palaestra, e negli anni romani furono trasformati in edifici esistenti. Furono anche costruite case termali, lussuose residenze e l’acquedotto. L’operazione del santuario continuò nei primi anni cristiani nel giorno di Costantino. Nel 393 d.C. le ultime Olimpiadi e successivamente l’imperatore di Bisanzio Teodosio I, con un decreto, proibirono definitivamente la loro esecuzione perché erano considerate pagane, mentre su Teodosio II ebbe luogo la distruzione definitiva del santuario (426 d.C.).

Storia

Gli inizi di Olimpia sono poco conosciuti. La più antica testimonianza della presenza umana nella regione risale al 4 ° millennio a.C. a causa del gran numero di proiettili trovati sul versante settentrionale dello Stadio. Inoltre, ai piedi meridionali della collina di Kronion, sono stati identificati reperti che mostrano che i primi culti sacri e preistorici si sono sviluppati lì. Per il periodo del III millennio a.C., i reperti di quel periodo, trovati, sono un grande tumulo nella parte inferiore del Peloponneso (2150-2000 a.C.) e edifici ad arco dell’insediamento (2150-2000 a.C.). Nel X secolo a.C. con il IX secolo a.C. il sito sacro di Alteus si forma con l’istituzione del culto di Giove. Durante questo periodo, Olimpia divenne un luogo sacro che attirò molti pellegrini. Questo denso flusso di visitatori è testimoniato dal gran numero di offerte votive che arrivarono ad Olimpia non solo dalla zona circostante ma anche dal Peloponneso e dalla Sterea Ellada. Nell’VIII secolo la reputazione di Olimpia crebbe tanto quanto raggiunse l’Oriente e la Mesopotamia e l’Occidente e in Italia. Un importante passo avanti nella storia di Olimpia fu l’anno 776 a.C. dove, al tempo della tradizione, lo Spartano Licurgo, doveva aver stretto un accordo con il re di Helida, Iphitos, per la celebrazione del culto a Olimpia. Parte dell’accordo era che durante le celebrazioni ci sarebbe stato un cessate il fuoco in tutta la Grecia. Nel V secolo, il fascino di Olimpia raggiunse un punto tale che gruppi politici, filosofici e artistici si stavano radunando lì perché c’era un vasto pubblico per diffondere le loro idee. Nel corso del IV secolo, è stata data importanza alla costruzione di attività per migliorare le strutture e creare spazi di alloggio per i visitatori.
Nel 393 d.C. l’imperatore bizantino Teodosio I ordinò la chiusura di tutti i santuari greci senza alcuna informazione su quali luoghi specifici intendesse. Tuttavia, negli anni a venire, lo spazio è rimasto particolarmente popolare. Il sito fu successivamente distrutto da cause naturali e nel IX secolo il sito fu abbandonato e abbandonato. Nel corso degli anni, molte misure sotto la terra furono coperte con l’aiuto del torrente di Cladeus e l’erosione del suolo della collina di Cronius.

hotelionion ilis hotelionion ancient ilis ancient stadium ancient olympia

Leave A Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *